Qual'è la differenza tra revenge e vengeance?


Risposta 1:

La vendetta è personale, per far sentire la vittima soddisfatta perché l'autore del reato ora sa cosa vuol dire essere una vittima. La vendetta ... può essere anche quella. Mi piace la "punizione" come termine di contrasto: la giustizia retributiva sta infliggendo sofferenza all'autore del reato, ma non perché fa sentire meglio gli altri. Infligge sofferenza per ristabilire un equilibrio morale, è fatto dalla società (non da un individuo) ed è fatto spassionatamente.


Risposta 2:

L'ingiustizia in questo mondo, mai ...

L'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia

La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

Non si deve criticare l'ingiustizia qui a causa della mancanza di onniscienza.

[Non sosterrai che se Dio onnipotente sostiene la giustizia, in questa creazione perché esiste così tanta ingiustizia? Il motivo è che non sei onnisciente nell'osservare tutto lo sfondo di ogni anima per decidere quale sia la giustizia e quale sia l'ingiustizia. Con un'osservazione molto limitata di qualsiasi anima, non puoi decidere che quest'anima sia buona sottoposta a punizione e che questa anima sia cattiva benedetta da buoni frutti. Quando osservi un criminale impiccato a morte, lo simpatizzi dal momento che non hai assistito al suo crimine precedente.

Una persona buona potrebbe essere stata punita da una persona cattiva per il crimine commesso dalla prima alla seconda precedentemente in questa nascita o nella nascita passata. Dopo questo incidente, una brava persona riceve buoni frutti e cattiva riceve cattivi frutti nel tempo per le loro rispettive azioni. Se la persona buona si vendica contro la persona cattiva, la catena eterna risulta.

Se uno lascia vendetta a Dio, la persona effettuata sarà altamente compensata da Dio per la sua pazienza. Se il peccatore nella nascita precedente è punito ora, non c'è posto di vendetta da quando la storia è finita lì. Non dovresti pensare che in questo caso Dio tace nel punire il peccato. Altrimenti, se il peccato è fresco e se la parte effettuata mantiene paziente senza vendetta, la parte effettuata viene enormemente compensata da Dio e anche il peccatore viene punito enormemente.

Certamente Dio concede molto tempo perché il peccatore si riformi e questo ritardo non deve essere frainteso come difetto di Dio. Se il peccatore viene riformato, Dio non lo punirà e la parte effettuata non sentirà che l'ingiustizia gli viene fatta. Se il peccatore viene punito, in che modo viene compensata la parte effettuata? Sentire che la punizione del solo nemico è la compensazione della parte effettuata, mostra solo follia.

Quindi, l'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia, distruggendo l'ingiustizia con la punizione se il criminale non viene riformato e compensando copiosamente la parte effettuata senza vendetta.

Draupadi fu vendicativo di punire i Kaurava. Comunque, Dio Krishna punirà i cattivi Kaurava per il loro nuovo peccato commesso nei confronti del buon Draupadi. Per l'inutile vendetta di Draupadi, Dio la punì facendo uccidere tutti i suoi figli. La comprensione del background di giustizia, ingiustizia, abbondante risarcimento per il partito senza vendetta e punizione per l'atteggiamento di vendetta ti farà non sgridare inutilmente il mondo creato da Dio. La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

La pazienza della parte effettuata non deve essere trattata come inefficienza, che punirà milioni di volte in più il peccatore, se il peccatore non viene riformato. Questo deve essere notato bene da tutti i peccatori che danneggiano le brave persone. Se l'amministrazione viene criticata erroneamente, l'amministratore è ferito. Se il libro è falsamente criticato, l'autore è ferito. Devi realizzare il tuo limite di conoscenza prima di criticare la creazione di Dio.]

In generale, le persone pensano che aiutare gli altri sia positivo e danneggiare gli altri sia negativo. L'autorità per questo concetto è "Paropakaarahpunyaaya, paapaayaparapidanam". Qui, la parola "para" significa sia altre persone che brave persone. Prenderemo il secondo significato solo qui. Quindi, significa che aiutare le persone buone è per i frutti buoni e danneggiare le persone buone è per i frutti cattivi. Gesù non ha fatto del male alla gente, che lo ha danneggiato e da questo, non devi prendere il concetto in quanto non si dovrebbe danneggiare gli altri, comprese le persone cattive. Il contesto di Gesù era totalmente diverso.

Esibito da una tale paziente natura, voleva che i cuori crudeli dei peccatori si sciogliessero e si riformassero. Se le persone cattive non vengono punite, la paura non ci sarà, il che, almeno, dà una riforma temporanea! Quando fai del male a qualcuno, non puoi essere il giudice ad essere il partito. Una persona neutrale, che è studiosa di scritture etiche, sarà il giudice (alukshaahdharmakaamaah - Veda).

Per vendetta, la tua perdita non è affatto compensata. Se lasci vendetta a Dio, certamente compenserà la tua perdita. Dio sembra tacere contro il quale vuoi vendicarti. Per il suo silenzio, la ragione è: - Potresti averlo ferito in precedenza o nella nascita precedente e il tuo danno da lui terminerà la storia di azione e reazione o Dio potrebbe avergli concesso del tempo per trasformarsi prima di punirlo.

Non dovresti preoccuparti che possa sfuggire alla punizione attraverso la riforma. Qual è la perdita per te se non viene punito poiché Dio ha già compensato la tua perdita per la tua pazienza! Se hai un atteggiamento vendicativo nei suoi confronti, verrai punito separatamente per la tua vendetta.

Draupadi e Subhadra avevano un atteggiamento vendicativo nei confronti dei Kaurava, per i quali, entrambi furono puniti dalla perdita dei loro figli. Uttara lasciò la vendetta a Dio e, quindi, il suo problema (Parikshit) fu protetto e fu fatto come il Re.

Senza comprendere lo sfondo della dottrina delle azioni, non criticare Dio con impazienza e guadagnare un nuovo peccato che dia una punizione aggiuntiva. Pensa sempre che Dio è onnisciente e onnipotente e, quindi, la sua amministrazione non avrà mai nemmeno un difetto di divisione dei capelli.

Se l'ingiustizia vince, è una colpa per l'amministrazione di Dio

Le persone non hanno pazienza in questo mondo per ottenere giustizia. Se l'ingiustizia vince, è solo una colpa dell'amministrazione di Dio e quindi non è necessario preoccuparsene. Dio si prenderà cura della giustizia ed è in grado di proteggere la giustizia anche nell'ultima frazione di secondo capovolgendo i tavoli. Per noi anche per girare un tavolo fisico vengono consumate le ore.

Ma dovresti ricordare che la giustizia è decisa da Dio che è a conoscenza di tutte le nascite dell'anima (Bahuni me ... Gita) e di tutte le azioni precedenti. È consapevole dell'anima cattiva interna, che può essere nascosta, in un corpo umano con una natura esterna innocente. Abhimanyu era un ragazzo molto innocente ma era un demone crudele nascosto nel corpo. Krishna lo sa e quindi l'ha ucciso.

Incolperai Krishna per l'ingiustizia nel far uccidere Abhimanu in guerra. Pertanto, non puoi essere il giudice a dare il giudizio con una conoscenza limitata della nascita attuale e con l'ignoranza della struttura interna dell'anima.


Risposta 3:

L'ingiustizia in questo mondo, mai ...

L'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia

La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

Non si deve criticare l'ingiustizia qui a causa della mancanza di onniscienza.

[Non sosterrai che se Dio onnipotente sostiene la giustizia, in questa creazione perché esiste così tanta ingiustizia? Il motivo è che non sei onnisciente nell'osservare tutto lo sfondo di ogni anima per decidere quale sia la giustizia e quale sia l'ingiustizia. Con un'osservazione molto limitata di qualsiasi anima, non puoi decidere che quest'anima sia buona sottoposta a punizione e che questa anima sia cattiva benedetta da buoni frutti. Quando osservi un criminale impiccato a morte, lo simpatizzi dal momento che non hai assistito al suo crimine precedente.

Una persona buona potrebbe essere stata punita da una persona cattiva per il crimine commesso dalla prima alla seconda precedentemente in questa nascita o nella nascita passata. Dopo questo incidente, una brava persona riceve buoni frutti e cattiva riceve cattivi frutti nel tempo per le loro rispettive azioni. Se la persona buona si vendica contro la persona cattiva, la catena eterna risulta.

Se uno lascia vendetta a Dio, la persona effettuata sarà altamente compensata da Dio per la sua pazienza. Se il peccatore nella nascita precedente è punito ora, non c'è posto di vendetta da quando la storia è finita lì. Non dovresti pensare che in questo caso Dio tace nel punire il peccato. Altrimenti, se il peccato è fresco e se la parte effettuata mantiene paziente senza vendetta, la parte effettuata viene enormemente compensata da Dio e anche il peccatore viene punito enormemente.

Certamente Dio concede molto tempo perché il peccatore si riformi e questo ritardo non deve essere frainteso come difetto di Dio. Se il peccatore viene riformato, Dio non lo punirà e la parte effettuata non sentirà che l'ingiustizia gli viene fatta. Se il peccatore viene punito, in che modo viene compensata la parte effettuata? Sentire che la punizione del solo nemico è la compensazione della parte effettuata, mostra solo follia.

Quindi, l'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia, distruggendo l'ingiustizia con la punizione se il criminale non viene riformato e compensando copiosamente la parte effettuata senza vendetta.

Draupadi fu vendicativo di punire i Kaurava. Comunque, Dio Krishna punirà i cattivi Kaurava per il loro nuovo peccato commesso nei confronti del buon Draupadi. Per l'inutile vendetta di Draupadi, Dio la punì facendo uccidere tutti i suoi figli. La comprensione del background di giustizia, ingiustizia, abbondante risarcimento per il partito senza vendetta e punizione per l'atteggiamento di vendetta ti farà non sgridare inutilmente il mondo creato da Dio. La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

La pazienza della parte effettuata non deve essere trattata come inefficienza, che punirà milioni di volte in più il peccatore, se il peccatore non viene riformato. Questo deve essere notato bene da tutti i peccatori che danneggiano le brave persone. Se l'amministrazione viene criticata erroneamente, l'amministratore è ferito. Se il libro è falsamente criticato, l'autore è ferito. Devi realizzare il tuo limite di conoscenza prima di criticare la creazione di Dio.]

In generale, le persone pensano che aiutare gli altri sia positivo e danneggiare gli altri sia negativo. L'autorità per questo concetto è "Paropakaarahpunyaaya, paapaayaparapidanam". Qui, la parola "para" significa sia altre persone che brave persone. Prenderemo il secondo significato solo qui. Quindi, significa che aiutare le persone buone è per i frutti buoni e danneggiare le persone buone è per i frutti cattivi. Gesù non ha fatto del male alla gente, che lo ha danneggiato e da questo, non devi prendere il concetto in quanto non si dovrebbe danneggiare gli altri, comprese le persone cattive. Il contesto di Gesù era totalmente diverso.

Esibito da una tale paziente natura, voleva che i cuori crudeli dei peccatori si sciogliessero e si riformassero. Se le persone cattive non vengono punite, la paura non ci sarà, il che, almeno, dà una riforma temporanea! Quando fai del male a qualcuno, non puoi essere il giudice ad essere il partito. Una persona neutrale, che è studiosa di scritture etiche, sarà il giudice (alukshaahdharmakaamaah - Veda).

Per vendetta, la tua perdita non è affatto compensata. Se lasci vendetta a Dio, certamente compenserà la tua perdita. Dio sembra tacere contro il quale vuoi vendicarti. Per il suo silenzio, la ragione è: - Potresti averlo ferito in precedenza o nella nascita precedente e il tuo danno da lui terminerà la storia di azione e reazione o Dio potrebbe avergli concesso del tempo per trasformarsi prima di punirlo.

Non dovresti preoccuparti che possa sfuggire alla punizione attraverso la riforma. Qual è la perdita per te se non viene punito poiché Dio ha già compensato la tua perdita per la tua pazienza! Se hai un atteggiamento vendicativo nei suoi confronti, verrai punito separatamente per la tua vendetta.

Draupadi e Subhadra avevano un atteggiamento vendicativo nei confronti dei Kaurava, per i quali, entrambi furono puniti dalla perdita dei loro figli. Uttara lasciò la vendetta a Dio e, quindi, il suo problema (Parikshit) fu protetto e fu fatto come il Re.

Senza comprendere lo sfondo della dottrina delle azioni, non criticare Dio con impazienza e guadagnare un nuovo peccato che dia una punizione aggiuntiva. Pensa sempre che Dio è onnisciente e onnipotente e, quindi, la sua amministrazione non avrà mai nemmeno un difetto di divisione dei capelli.

Se l'ingiustizia vince, è una colpa per l'amministrazione di Dio

Le persone non hanno pazienza in questo mondo per ottenere giustizia. Se l'ingiustizia vince, è solo una colpa dell'amministrazione di Dio e quindi non è necessario preoccuparsene. Dio si prenderà cura della giustizia ed è in grado di proteggere la giustizia anche nell'ultima frazione di secondo capovolgendo i tavoli. Per noi anche per girare un tavolo fisico vengono consumate le ore.

Ma dovresti ricordare che la giustizia è decisa da Dio che è a conoscenza di tutte le nascite dell'anima (Bahuni me ... Gita) e di tutte le azioni precedenti. È consapevole dell'anima cattiva interna, che può essere nascosta, in un corpo umano con una natura esterna innocente. Abhimanyu era un ragazzo molto innocente ma era un demone crudele nascosto nel corpo. Krishna lo sa e quindi l'ha ucciso.

Incolperai Krishna per l'ingiustizia nel far uccidere Abhimanu in guerra. Pertanto, non puoi essere il giudice a dare il giudizio con una conoscenza limitata della nascita attuale e con l'ignoranza della struttura interna dell'anima.


Risposta 4:

L'ingiustizia in questo mondo, mai ...

L'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia

La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

Non si deve criticare l'ingiustizia qui a causa della mancanza di onniscienza.

[Non sosterrai che se Dio onnipotente sostiene la giustizia, in questa creazione perché esiste così tanta ingiustizia? Il motivo è che non sei onnisciente nell'osservare tutto lo sfondo di ogni anima per decidere quale sia la giustizia e quale sia l'ingiustizia. Con un'osservazione molto limitata di qualsiasi anima, non puoi decidere che quest'anima sia buona sottoposta a punizione e che questa anima sia cattiva benedetta da buoni frutti. Quando osservi un criminale impiccato a morte, lo simpatizzi dal momento che non hai assistito al suo crimine precedente.

Una persona buona potrebbe essere stata punita da una persona cattiva per il crimine commesso dalla prima alla seconda precedentemente in questa nascita o nella nascita passata. Dopo questo incidente, una brava persona riceve buoni frutti e cattiva riceve cattivi frutti nel tempo per le loro rispettive azioni. Se la persona buona si vendica contro la persona cattiva, la catena eterna risulta.

Se uno lascia vendetta a Dio, la persona effettuata sarà altamente compensata da Dio per la sua pazienza. Se il peccatore nella nascita precedente è punito ora, non c'è posto di vendetta da quando la storia è finita lì. Non dovresti pensare che in questo caso Dio tace nel punire il peccato. Altrimenti, se il peccato è fresco e se la parte effettuata mantiene paziente senza vendetta, la parte effettuata viene enormemente compensata da Dio e anche il peccatore viene punito enormemente.

Certamente Dio concede molto tempo perché il peccatore si riformi e questo ritardo non deve essere frainteso come difetto di Dio. Se il peccatore viene riformato, Dio non lo punirà e la parte effettuata non sentirà che l'ingiustizia gli viene fatta. Se il peccatore viene punito, in che modo viene compensata la parte effettuata? Sentire che la punizione del solo nemico è la compensazione della parte effettuata, mostra solo follia.

Quindi, l'amministrazione di Dio è sempre perfetta a sostegno della giustizia, distruggendo l'ingiustizia con la punizione se il criminale non viene riformato e compensando copiosamente la parte effettuata senza vendetta.

Draupadi fu vendicativo di punire i Kaurava. Comunque, Dio Krishna punirà i cattivi Kaurava per il loro nuovo peccato commesso nei confronti del buon Draupadi. Per l'inutile vendetta di Draupadi, Dio la punì facendo uccidere tutti i suoi figli. La comprensione del background di giustizia, ingiustizia, abbondante risarcimento per il partito senza vendetta e punizione per l'atteggiamento di vendetta ti farà non sgridare inutilmente il mondo creato da Dio. La vendetta contro il peccato appartiene all'amministrazione di Dio e non all'anima poiché Dio dice "La vendetta è mia".

La pazienza della parte effettuata non deve essere trattata come inefficienza, che punirà milioni di volte in più il peccatore, se il peccatore non viene riformato. Questo deve essere notato bene da tutti i peccatori che danneggiano le brave persone. Se l'amministrazione viene criticata erroneamente, l'amministratore è ferito. Se il libro è falsamente criticato, l'autore è ferito. Devi realizzare il tuo limite di conoscenza prima di criticare la creazione di Dio.]

In generale, le persone pensano che aiutare gli altri sia positivo e danneggiare gli altri sia negativo. L'autorità per questo concetto è "Paropakaarahpunyaaya, paapaayaparapidanam". Qui, la parola "para" significa sia altre persone che brave persone. Prenderemo il secondo significato solo qui. Quindi, significa che aiutare le persone buone è per i frutti buoni e danneggiare le persone buone è per i frutti cattivi. Gesù non ha fatto del male alla gente, che lo ha danneggiato e da questo, non devi prendere il concetto in quanto non si dovrebbe danneggiare gli altri, comprese le persone cattive. Il contesto di Gesù era totalmente diverso.

Esibito da una tale paziente natura, voleva che i cuori crudeli dei peccatori si sciogliessero e si riformassero. Se le persone cattive non vengono punite, la paura non ci sarà, il che, almeno, dà una riforma temporanea! Quando fai del male a qualcuno, non puoi essere il giudice ad essere il partito. Una persona neutrale, che è studiosa di scritture etiche, sarà il giudice (alukshaahdharmakaamaah - Veda).

Per vendetta, la tua perdita non è affatto compensata. Se lasci vendetta a Dio, certamente compenserà la tua perdita. Dio sembra tacere contro il quale vuoi vendicarti. Per il suo silenzio, la ragione è: - Potresti averlo ferito in precedenza o nella nascita precedente e il tuo danno da lui terminerà la storia di azione e reazione o Dio potrebbe avergli concesso del tempo per trasformarsi prima di punirlo.

Non dovresti preoccuparti che possa sfuggire alla punizione attraverso la riforma. Qual è la perdita per te se non viene punito poiché Dio ha già compensato la tua perdita per la tua pazienza! Se hai un atteggiamento vendicativo nei suoi confronti, verrai punito separatamente per la tua vendetta.

Draupadi e Subhadra avevano un atteggiamento vendicativo nei confronti dei Kaurava, per i quali, entrambi furono puniti dalla perdita dei loro figli. Uttara lasciò la vendetta a Dio e, quindi, il suo problema (Parikshit) fu protetto e fu fatto come il Re.

Senza comprendere lo sfondo della dottrina delle azioni, non criticare Dio con impazienza e guadagnare un nuovo peccato che dia una punizione aggiuntiva. Pensa sempre che Dio è onnisciente e onnipotente e, quindi, la sua amministrazione non avrà mai nemmeno un difetto di divisione dei capelli.

Se l'ingiustizia vince, è una colpa per l'amministrazione di Dio

Le persone non hanno pazienza in questo mondo per ottenere giustizia. Se l'ingiustizia vince, è solo una colpa dell'amministrazione di Dio e quindi non è necessario preoccuparsene. Dio si prenderà cura della giustizia ed è in grado di proteggere la giustizia anche nell'ultima frazione di secondo capovolgendo i tavoli. Per noi anche per girare un tavolo fisico vengono consumate le ore.

Ma dovresti ricordare che la giustizia è decisa da Dio che è a conoscenza di tutte le nascite dell'anima (Bahuni me ... Gita) e di tutte le azioni precedenti. È consapevole dell'anima cattiva interna, che può essere nascosta, in un corpo umano con una natura esterna innocente. Abhimanyu era un ragazzo molto innocente ma era un demone crudele nascosto nel corpo. Krishna lo sa e quindi l'ha ucciso.

Incolperai Krishna per l'ingiustizia nel far uccidere Abhimanu in guerra. Pertanto, non puoi essere il giudice a dare il giudizio con una conoscenza limitata della nascita attuale e con l'ignoranza della struttura interna dell'anima.