Come si stabilisce la differenza tra CMOS e BIOS?


Risposta 1:

Il BIOS e il CMOS sono spesso considerati la stessa cosa, ma non lo sono. Sono due diversi componenti di un computer, ma lavorano insieme per far funzionare correttamente il computer.

Il BIOS è un chip di computer sulla scheda madre che ricorda l'immagine sopra. Questo chip contiene un programma speciale che aiuta il processore del computer a interagire e controllare gli altri componenti del computer. Questi altri componenti includono unità disco, schede video, schede audio, schede di rete, unità floppy, porte USB, dischi rigidi e altri. Senza il BIOS, il processore non sarebbe in grado di interagire o interfacciarsi con i componenti del computer e il computer non sarebbe in grado di funzionare.

Il CMOS è anche un chip di computer sulla scheda madre, ma più specificamente, è un chip RAM. Questo è un tipo di chip di memoria che memorizza informazioni sui componenti del computer, nonché le impostazioni per tali componenti. Tuttavia, i normali chip RAM perdono le informazioni memorizzate al loro interno quando l'alimentazione non viene più fornita loro. Per conservare le informazioni nel chip CMOS, una batteria CMOS sulla scheda madre fornisce energia costante a quel chip CMOS. Se la batteria viene rimossa dalla scheda madre o si esaurisce il succo (ad esempio una batteria CMOS esaurita), il CMOS perderebbe le informazioni in essa contenute. Qualsiasi impostazione effettuata nell'impostazione CMOS andrebbe persa e sarà necessario apportare nuovamente tali modifiche dopo aver inserito una nuova batteria CMOS sulla scheda madre. Ad esempio, con una batteria CMOS scarica, l'ora e la data verranno ripristinate alla data di produzione se è rimasta spenta per un lungo periodo di tempo.

Il programma BIOS sul chip BIOS legge le informazioni dal chip CMOS all'avvio del computer, durante il processo di avvio. Si può notare nella schermata iniziale di avvio, chiamata schermata POST, è disponibile un'opzione per accedere al BIOS o alla configurazione CMOS. Quando si accede a quest'area di configurazione, si accede alla configurazione CMOS, non a quella del BIOS. Il chip BIOS e il programma non possono essere aggiornati direttamente da un utente. L'unico modo per aggiornare il BIOS è utilizzare un programma flash BIOS chiamato aggiornamento BIOS, che aggiorna il BIOS a una versione diversa. Questi aggiornamenti vengono generalmente forniti dal produttore della scheda madre o dal produttore del computer.

L'impostazione CMOS consente di modificare l'ora, la data e le impostazioni relative al modo in cui i dispositivi vengono caricati all'avvio, come dischi rigidi, unità disco e unità floppy. La configurazione CMOS consente di abilitare e disabilitare vari dispositivi hardware, tra cui porte USB, scheda video e scheda audio integrate (se presenti), porte parallele e seriali e altri dispositivi.

Fonte: Google


Risposta 2:

Il BIOS e il CMOS sono spesso considerati la stessa cosa, ma non lo sono. Sono due diversi componenti di un computer, ma lavorano insieme per far funzionare correttamente il computer.

Il BIOS, o "Sistema di input / output di base", è un firmware speciale memorizzato in un chip sulla scheda madre del computer. È il primo programma che viene eseguito ogni volta che si accende il computer. Il BIOS esegue il POST, che inizializza e verifica l'hardware del computer. Quindi individua ed esegue il boot loader o carica direttamente il sistema operativo.

Quando si apportano modifiche alla configurazione del BIOS, le impostazioni non vengono memorizzate sul chip BIOS stesso. Invece, sono memorizzati su uno speciale chip di memoria, che viene chiamato "CMOS". CMOS è l'acronimo di "Complementary Metal-Oxide-Semiconductor". È il nome di un processo di produzione utilizzato per creare processori, RAM e circuiti logici digitali, ed è anche il nome per i chip creati utilizzando quel processo.

Come la maggior parte dei chip RAM, il chip che memorizza le impostazioni del BIOS viene prodotto utilizzando il processo CMOS. Contiene una piccola quantità di dati, generalmente 256 byte. Le informazioni sul chip CMOS includono quali tipi di unità disco sono installate sul computer, la data e l'ora correnti dell'orologio di sistema e la sequenza di avvio del computer.


Risposta 3:

Quando usiamo il termine BIOS di solito intendiamo la raccolta di software sul chip BIOS. Pensalo come una cartella, dove c'è un file per ogni hardware. Uno dei file sul BIOS è per l'accesso a CMOS che è un chip diverso.

Quando diciamo di accedere al BIOS all'avvio, è proprio quel programma all'interno del BIOS che accede a CMOS (è un editor CMOS). In CMOS, è possibile modificare alcune impostazioni relative all'hardware e alla modalità di avvio del computer. I software BIOS useranno quindi tali impostazioni all'avvio. Pertanto un editor CMOS equivale a un editor delle impostazioni del BIOS e alcuni potrebbero riferirsi ad esso come un editor del BIOS.

Mentre il BIOS è su ROM (memoria di sola lettura) CMOS è su RAM. Ciò significa che la modifica del BIOS può essere eseguita solo tramite il flashing mentre l'accesso CMOS è più semplice tramite un editor CMOS. (e che non deve essere l'editor CMOS nel BIOS, ma è difficile / impossibile trovare un'alternativa poiché la modalità di archiviazione delle impostazioni dipende dal BIOS e anche perché il sistema operativo Windows non fornisce un'interfaccia per tali impostazioni. HP BIOS ha il supporto per WMI e quindi rende possibile il loro editor CMOS in Windows. Dos e Linux offrono anche modi per cambiare la memoria CMOS). La memoria CMOS è gestita da una piccola batteria all'interno del computer.

Mi sono imbattuto in questo quando ho aggiornato una scheda wifi sul mio laptop. Il BIOS ha una lista di controllo quali schede di rete consente e ha rifiutato di avviare il computer. Tuttavia, se trovasse un'impostazione in CMOS per saltare il controllo, lo farebbe. Tale impostazione era ovviamente per uso proprio del produttore e non era nelle normali impostazioni dell'editor CMOS / BIOS. Avevo due opzioni, flash BIOS con una versione compromessa contenente il mio ID carta, oppure entrare in dos / linux usando un CD di avvio e utilizzo un programma che modifica l'impostazione CMOS. Quest'ultima opzione è ovviamente molto meno rischiosa. L'unico inconveniente è che dovrei farlo di nuovo se la batteria CMOS si esaurisse / dovesse essere sostituita in futuro.

I computer più recenti memorizzano le impostazioni del BIOS su una EEPROM (disco flash) e non più su CMOS. E il BIOS è stato anche sostituito da UEFI che può memorizzare il suo codice su disco flash o anche su disco rigido, rendendo obsoleti i flash del BIOS. Tuttavia, le implementazioni UEFI spesso emulano il BIOS in modo che i sistemi operativi più vecchi che prevedono di poter essere eseguiti. UEFI è supportato da Vista SP1 e versioni successive del sistema operativo Windows.


Risposta 4:

Quando usiamo il termine BIOS di solito intendiamo la raccolta di software sul chip BIOS. Pensalo come una cartella, dove c'è un file per ogni hardware. Uno dei file sul BIOS è per l'accesso a CMOS che è un chip diverso.

Quando diciamo di accedere al BIOS all'avvio, è proprio quel programma all'interno del BIOS che accede a CMOS (è un editor CMOS). In CMOS, è possibile modificare alcune impostazioni relative all'hardware e alla modalità di avvio del computer. I software BIOS useranno quindi tali impostazioni all'avvio. Pertanto un editor CMOS equivale a un editor delle impostazioni del BIOS e alcuni potrebbero riferirsi ad esso come un editor del BIOS.

Mentre il BIOS è su ROM (memoria di sola lettura) CMOS è su RAM. Ciò significa che la modifica del BIOS può essere eseguita solo tramite il flashing mentre l'accesso CMOS è più semplice tramite un editor CMOS. (e che non deve essere l'editor CMOS nel BIOS, ma è difficile / impossibile trovare un'alternativa poiché la modalità di archiviazione delle impostazioni dipende dal BIOS e anche perché il sistema operativo Windows non fornisce un'interfaccia per tali impostazioni. HP BIOS ha il supporto per WMI e quindi rende possibile il loro editor CMOS in Windows. Dos e Linux offrono anche modi per cambiare la memoria CMOS). La memoria CMOS è gestita da una piccola batteria all'interno del computer.

Mi sono imbattuto in questo quando ho aggiornato una scheda wifi sul mio laptop. Il BIOS ha una lista di controllo quali schede di rete consente e ha rifiutato di avviare il computer. Tuttavia, se trovasse un'impostazione in CMOS per saltare il controllo, lo farebbe. Tale impostazione era ovviamente per uso proprio del produttore e non era nelle normali impostazioni dell'editor CMOS / BIOS. Avevo due opzioni, flash BIOS con una versione compromessa contenente il mio ID carta, oppure entrare in dos / linux usando un CD di avvio e utilizzo un programma che modifica l'impostazione CMOS. Quest'ultima opzione è ovviamente molto meno rischiosa. L'unico inconveniente è che dovrei farlo di nuovo se la batteria CMOS si esaurisse / dovesse essere sostituita in futuro.

I computer più recenti memorizzano le impostazioni del BIOS su una EEPROM (disco flash) e non più su CMOS. E il BIOS è stato anche sostituito da UEFI che può memorizzare il suo codice su disco flash o anche su disco rigido, rendendo obsoleti i flash del BIOS. Tuttavia, le implementazioni UEFI spesso emulano il BIOS in modo che i sistemi operativi più vecchi che prevedono di poter essere eseguiti. UEFI è supportato da Vista SP1 e versioni successive del sistema operativo Windows.